IA e Moda: il ruolo dell’Intelligenza Artificiale nell’industria della moda6 min read

Con il concetto di intelligenza artificiale si definisce la capacità di macchine, software e tecnologie di stabilire connessioni e mettere in relazione le informazioni in modo simile all’intelligenza umana.

Si tratta di una realtà sempre più presente nell’industria in pressoché ogni ambito, compreso quello della moda. Nel mondo fashion infatti l’intelligenza artificiale può inserirsi in tutte le fasi del ciclo di vita dei prodotti: software che automatizzano la realizzazione dei capi e la gestione delle collezioni o la distribuzione dei prodotti in base alla domanda dei consumatori, fino a programmi che aiutano i consumatori durante gli acquisti e molto altro.

A questo punto è possibile che tu ti stia chiedendo: fino a che punto l’IA è importante per la moda del futuro? Quali sono le applicazioni dell’intelligenza artificiale nel mondo della moda? Come posso integrare le soluzioni IA nella mia produzione di abbigliamento?

Per aiutarti a rispondere a tutte queste domande, abbiamo preparato un contenuto completo sull’argomento. Continua a leggere se desideri scoprire come investire in soluzioni integrate per potenziare il tuo business nel mondo dell’abbigliamento e ottimizzarlo in tutte le sue fasi.

AI e Machine Learning: tutto quello che dovresti sapere

In un modo o nell’altro, ognuno di noi è entrato in contatto con qualche forma di intelligenza artificiale. In effetti la nostra vita quotidiana è piena di tecnologie, strumenti, macchine e software che utilizzano meccanismi di AI per offrire soluzioni che vanno dalle più semplici, come uno strumento di editing del testo, fino alle più complesse, come una sala di taglio integrata.

Tuttavia, conoscete il vero scopo dell’IA e la sua funzione?

Per rispondere a questa domanda, è necessario innanzitutto definire il concetto di apprendimento automatico o machine learning (ML).

Nello specifico si tratta di una delle risorse inserite all’interno del concetto di intelligenza artificiale e definisce la capacità di un dato dispositivo tecnologico di riuscire a cambiare il suo comportamento autonomamente in base alle proprie esperienze.

Nonostante siano molto simili, AI e ML non sono la stessa cosa. La prima è un insieme di risorse che danno alla tecnologia la capacità di integrarsi e “pensare” in modo simile all’intelligenza umana; la seconda è una risorsa tra diverse altre applicate all’IA, tra cui possiamo citare:

  • Rete neurale: Ancora più specifica di ML, una rete neurale è una struttura che collega unità (dispositivi e macchine), chiamate neuroni, a una rete di elaborazione delle informazioni intercambiabile;
  • Deep learning: questa risorsa utilizza le informazioni della rete neurale per comprendere modelli complessi all’interno di una grande mole di dati. Esempi di deep learning sono il riconoscimento vocale, il riconoscimento facciale e persino la comprensione delle nuove tendenze della moda;
  • Computer vision: è l’area dell’IA che definisce la comprensione di dati dinamici e immagini complesse, come i video, permettendo al computer di “vedere”;
  • Elaborazione del linguaggio naturale (NLP): comune nei software che richiedono interazione e sintesi vocale, NLP (elaborazione del linguaggio naturale) permette alle macchine di “parlare” elaborando e decodificando il linguaggio umano.

Sapevi che l’utilizzo dell’intelligenza artificiale nell’industria ha portato molti benefici e progressi in vari settori. Ma nello specifico come l’AI ha influenzato l’industria della moda? E come possono i proprietari di industrie tessili e della moda utilizzare questa risorsa per aumentare la loro produzione?

intelligenza artificiale moda

Automazione e moda: scopri i tuoi utilizzi e i suoi vantaggi

Iniziamo rispondendo alle domande precedenti: l’intelligenza artificiale nella moda, o meglio, l’utilizzo di macchine e programmi basati sull’AI nel settore della moda è legato all’uso di queste tecnologie nell’industria tessile stessa e, per estensione, alla realizzazione di capi e al design dell’abbigliamento.

Negli ultimi decenni la tecnologia, il machine e deep learning e le altre risorse dell’intelligenza artificiale sono sottese ad ogni fase del lavoro: dal modo di pensare e realizzare una collezione, decifrare le tendenze attuali (e prevedere quelle future), definire un target, fino al processo di acquisto e alla scelta da parte del consumatore finale.

Con tutte queste risorse in mano, l’industria della moda è cresciuta considerevolmente, dato che si concentra su un bisogno fondamentale (vestirsi), senza tralasciare l’influenza delle tendenze e delle norme estetiche che guidano ogni collezione e incorporando tecnologie le cui principali applicazioni sono:

1. Previsione delle tendenze

Sappiamo già che attraverso il machine learning è possibile comprendere modelli complessi all’interno di un database molto grande. I dati sul comportamento umano, così come quelli relativi al consumo e ai gusti, servono come base per uno dei principali vantaggi dell’IA nella moda, ossia la capacità di prevedere le tendenze.

Il risultato sono collezioni più vicine agli interessi di acquisto degli utenti, che aumentano le vendite e la redditività delle collezioni.

2. Automazione industriale

Il concetto di Fashion PLM, cioè l’insieme di strumenti integrati per la gestione del ciclo di vita di un prodotto, è strettamente legato all’uso dell’AI. Questo perché sono le risorse tecnologiche applicate alla moda ad assicurare, per esempio, che i software di gestione raccolgano e rendano disponibili i dati di tutti i settori in un unico database.

Inoltre, l’automazione non avviene solo nell’area del software. Soluzioni come la modellistica e gli strumenti di taglio automatizzati sono già in grado di utilizzare l’apprendimento automatico per evitare gli sprechi e garantire una produzione più sostenibile.

Per ogni area dell’industria dell’abbigliamento, che si tratti di creazione, modellistica, produzione o finalizzazione, esistono soluzioni moderne e tecnologiche in grado di sostenere le aziende sia nel processo di integrazione dell’Industria 4.0 – di cui abbiamo già parlato nel nostro blog – sia nell’ottimizzazione delle prestazioni e dei risultati.

3. Gestione della catena di approvvigionamento

I manager sono consapevoli del fatto che spesso la non integrazione tra i settori è una delle ragioni principali del fallimento della gestione. Allo stesso modo, la gestione delle persone e delle collezioni di moda è complessa e richiede strumenti e tattiche specifiche per il suo successo.

L’importanza di investire in un programma di gestione delle collezioni è stata ormai ampiamente dimostrata.

Nei fashion PLM, infatti, l’intelligenza artificiale contribuisce alla raccolta e condivisione delle informazioni e all’elaborazione efficiente di dati relativi a costi, tempo di produzione, spesa per pezzo e altre metriche che sono fondamentali per una buona gestione.

Perché dovrei investire in IA nella mia collezione?

Le soluzioni di intelligenza artificiale applicate alla moda non sono solo le più moderne e tecnologiche del settore, ma rappresentano anche la cosiddetta moda del futuro, che fonde sostenibilità, consapevolezza ambientale e tecnologia per costruire un segmento di moda che soddisfa le esigenze sia dei consumatori che dell’ambiente.

Sul nostro blog troverai tutte le informazioni necessarie per decifrare le nuove tendenze nell’universo della Moda e del Management. Scarica il nostro ebook gratuito relativo al fashion PLM Audaces ISA per scoprire i vantaggi dell’intelligenza artificiale applicata alla gestione delle collezioni compilando il form in fondo a questo articolo.

E se desideri ulteriori informazioni relative alla tua azienda, non esitare a richiedere qui una consulenza gratuita!

Circa l’autore

Audaces

Audaces è punto di riferimento mondiale nello sviluppo di soluzioni innovative per il settore moda, integrando processi, persone e tecnologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi cercare qualcosa?
Cerca

Piu recente

Articoli Correlati