Scopri come utilizzare tessuti tecnologici nelle tue collezioni di moda10 min read

Sintesi:

  • I tessuti tecnologici o intelligenti sono proposte emerse alla fine del XX secolo e utilizzano fibre sintetiche o mescolate con quelle naturali per ottenere nuove possibilità in termini di produzione e risultati;
  • Le funzioni del tessuto tecnologico vanno oltre le opportunità di design. Ad esempio alcuni tessuti di questo tipo sono utilizzati nei dispositivi di protezione individuale (DPI), altri proteggono dai raggi UV;
  • Moda e tecnologia sono come il filo e l’ago. Porta il meglio della modernità nella tua produzione con Audaces360, provalo gratuitamente!

Il cotone e il lino difficilmente verranno abbandonati, ma oggi si stanno diffondendo nuovi materiali e i professionisti della moda devono essere pronti a gestirli. A questo proposito è importante citare i tessuti tecnologici. Non si tratta di semplici combinazioni di fili, ma di scienza applicata alla moda.

È un dato di fatto che le passerelle sono il sogno di molti professionisti, ma ci sono altre strade da seguire. I tessuti tecnologici, ad esempio, offrono ai marchi di abbigliamento l’opportunità di essere alleati nella medicina, nello sport e molto altro ancora!

Questo tipo di materiale è ormai una realtà da tempo. Tuttavia, sono ancora pochi i professionisti e le aziende qualificate che operano in questo segmento.

Ecco perché lo studio dei tessuti tecnologici può darti un vantaggio competitivo per un lavoro o uno spazio sul mercato, con una confezione tecnologica e innovativa.

Se il tema ti interessa, continua a leggere!

Cosa sono i tessuti tecnologici?

Il concetto di tecnologia dei tessuti nasce verso la metà degli anni ’70. È questo il periodo in cui sono apparse le microfibre, filati spessi come capelli. Nonostante le dimensioni, questo tessuto ha una qualità superiore a quella del poliestere tradizionale.

Nel corso del tempo il concetto, la tecnologia, gli strumenti e le conoscenze tecniche si sono evoluti e i cosiddetti tessuti tecnologici oggi sono oggi in grado di fornire ai capi vantaggi che vanno molto oltre quanto si possa immaginare.

Questi tessuti infatti possono essere anallergici, proteggere dai raggi ultravioletti e monitorare la frequenza cardiaca, come vedremo più avanti, ma possono anche essere utilizzati nell’abbigliamento di tutti i giorni con vantaggi in termini di vestibilità, comfort e prezzo.

Come funzionano i tessuti tecnologici?

Come funzionano i tessuti tecnologici?

Questa è un’ottima domanda. La risposta, tuttavia, non è così semplice. Esistono infatti diversi tessuti tecnologici, ciascuno dei quali con caratteristiche specifiche.

Proviamo a raccontarti alcuni esempi per farti capire concretamente quante sono le possibilità offerte dai tessuti intelligenti:

Orange Fiber è una fibra tessile artificiale interamente Made in Italy, estratta da scarti derivanti dalla produzione di agrumi. Una fibra biodegradabile simile alla seta, una sorta di viscosa ecologica che può essere utilizzata nella realizzazione di abiti, camicie e sciarpe.

Un’azienda brasiliana chiamata Biotecam ha creato TEXTICEL, un tessuto prodotto a partire da batteri. Proprio così: si tratta di un tessuto prodotto in laboratorio utilizzando le biotecnologie, che aiuta a risolvere i problemi ambientali e altro ancora.

Un’altra startup chiamata ChemBioNano ha sviluppato un tessuto a base di nanoparticelle d’argento biogenico. Il risultato finale è un materiale con proprietà antisettiche che permangono anche dopo innumerevoli lavaggi.

Forse il tessuto si evolverà ulteriormente e gli stilisti penseranno a modi creativi per utilizzarlo sulle passerelle, ma al momento il suo utilizzo si concentra sulle uniformi ospedaliere.

In Israele Algaeig ha lanciato un tessuto biodegradabile, non tossico e a basso consumo energetico utilizzando un tipo di batterio molto specifico: le alghe.

Questa soluzione verde è sostenibile e facile da coltivare in mare in fattorie verticali alimentate a energia solare. Non occupa terreno agricolo e non emette carbonio nelle operazioni di utilizzo dei fertilizzanti.

Questi sono soltanto alcuni degli innumerevoli esempi di tessuto tecnologico che si stanno sviluppando sul mercato in tutto il mondo. Ogni tessuto ha delle caratteristiche specifiche ed è in grado di rispondere a diverse esigenze, ma una caratteristica li accomuna tutti: la tecnologia è un grande alleata della moda.

Scopri di più: La tecnologia che aiuta i fashion designer a migliorare il loro lavoro

Esempi di tessuti tecnologici e utilizzi nella moda

Nei paragrafi precedenti abbiamo mostrato che il termine tessuti tecnologici si riferisce a un’ampia gamma di materiali sviluppati scientificamente in laboratorio.

Gli esempi di tessuti tecnologici sono molteplici: esistono opzioni pensate per la sostenibilità, la lotta vegana, il miglioramento della produzione, ecc. Tra le varie finalità e qualità di questi tessuti, possiamo evidenziarne 6:

Tessuto impermeabile

I tessuti tecnologici impermeabili sono quelli che resistono all’incidenza dell’acqua sulla loro superficie.

Tra i vari vantaggi, c’è quello di far evaporare il sudore, di essere più resistenti all’acqua (ottimo per i capi acquatici), di proteggere meglio dalla pioggia, di mantenere l’asciutto. Esistono diverse tecnologie che offrono questa qualità, come il Gore-Tex, realizzato in PTFE o ePTFE.

Gli indumenti sportivi si sposano molto bene con questo tipo di tessuto tecnologico, che però trova applicazioni in moltri altri ambiti.

Se aggiungete questa caratteristica all’abbigliamento di ogni giorno, fornirete ai vostri clienti protezione per i giorni di pioggia e resistenza al freddo, senza usurare l’indumento.

Tessuto antibatterico

I tessuti antibatterici hanno una proprietà molto importante: evitano il cattivo odore del sudore. Il sudore in sé infatti non ha un cattivo odore, ma l’odore è causato dai batteri che si riproducono sulla superficie della pelle.

Negli abiti che utilizzano questo tessuto viene impedita la riproduzione di questi microrganismi e, di conseguenza, il cattivo odore. Allo stesso tempo, l’evaporazione del sudore mantiene il tessuto pulito e lo protegge, consumando meno acqua nel lavaggio.

Tessuto antimicrobico

La pandemia ha avuto un’impatto molto forte a livello globale. La prevenzione di nuove malattie come il Coronavirus, tuttavia, si è evoluta. Tra le nuove protezioni, vi è il tessuto antimicrobico che, secondo il produttore, è in grado di neutralizzare il virus Covid-19.

Questa variante del materiale utilizza ioni d’argento che, su scala nanometrica, aumentano il potere germicida e virucida, proteggendo da questa e molte altre malattie.

Scopri di più: La tecnologia che aiuta i fashion designer a migliorare il loro lavoro

Tessuto con protezione solare

I tessuti tecnologici con protezione UV sono il sogno (e la possibile realtà) di chi pratica attività fisica all’aperto. La protezione solare è sempre stata essenziale, così come alcuni accessori come cappelli e occhiali da sole. Ogni tipo di protezione però ha un limite e dobbiamo ricorrere a diverse risorse.

La moda sportiva, insieme alla scienza, è riuscita a trovare un tessuto in grado di proteggere dal sole. Naturalmente non è una scusa per evitare la protezione solare, ma è comunque un ottimo alleato, ad esempio quando si tratta di bambini o soggetti con carnagione particolarmente chiara.

In genere, questo tessuto è realizzato con fibre di biossido di titanio, in cotone e trattato chimicamente con additivi per la fotoprotezione. Tuttavia, i diversi produttori possono avere le proprie formule, come accade spesso nel mondo della tecnologia.

Tessuto con tecnologia repellente

L’azienda brasiliana Correio Brasiliense ha sviluppato un tessuto che in grado di controllare il calore, gli odori e… gli insetti! Sì, si tratta di un tessuto repellente che promette di tenere lontane zanzare, moscerine e mosche da chi indossa gli abiti.

Questo tipo di proprietà è straordinaria, soprattutto per chi soffre di allergie o per chi cerca l’abbigliamento giusto per avventurarsi nella natura.

E, prima che lo pensi: no, queste proprietà non vengono meno con il lavaggio.Può essere indossato come un normale abito, lavato, stropicciato, ecc. e continuerà a tenere le zanzare lontane.

Se desideri investire in tessuti tecnologici, abbiamo un suggerimento. Considera collaborazioni con laboratori, università e ricercatori.

Scopri di più: Le tecnologie Audaces nelle scuole di moda: l’esperienza del Centro Moda Canossa

Tessuto per il monitoraggio della frequenza cardiaca

Immagina come sarebbe se fosse possibile monitorare la salute del cuore di una persona con una semplice maglietta. Porterebbe molti vantaggi agli sportivi, ai medici e ai pazienti con malattie che colpiscono il cuore.

Nel 2014 l’azienda giapponese Toray ha lanciato il tessuto “Hitoe”, composto da nanofibre ad alta conduzione e alta sensibilità ai segnali biologici che funzionano come elettrodi attaccati al tessuto.

Come funziona? Questi impulsi vengono trasmessi allo smartphone, attraverso un’app che raccoglie, legge e interpreta i dati e gli esami.

Anche in questo caso, i tessuti possono essere lavati normalmente senza alcun problema.

Vantaggi derivanti dall’utilizzo di tessuti tecnologici nella moda

Vantaggi derivanti dall’utilizzo di tessuti tecnologici nella moda

Asciugatura rapida

È vero che non tutti i tessuti tecnologici sono creati mettendo al primo posto la praticità quotidiana. Tuttavia, ciò non significa che questo fattore non possa essere preso in considerazione. Gli abiti creati in collaborazione con la scienza offrono diversi vantaggi, come un lavaggio più efficace e un’asciugatura più rapida.

Poter contare su capi sempre asciutti riduce la richiesta di capi, i tempi di attesa per l’asciugatura e l’usura dovuta all’esposizione al sole. Permette inoltre di ottimizzare le faccende domestiche che, diciamolo, sono un tempo che ridurremmo volentieri.

Vita più lunga

Il problema dei rifiuti tessili è una piaga enorme per l’ambiente. Molti capi vengono gettati entro un anno dall’acquisto per stanchezza, ma anche per la bassa qualità e l’usura dopo pochi utilizzi e lavaggi. Ed è qui che entrano in gioco i tessuti tecnologici come protagonisti.

I materiali di maggiore qualità e resistenza hanno una vita utile molto maggiore. In questo modo si protegge la natura e anche le tasche dei consumatori.

Scopri di più: Sostenibilità ambientale e sociale nel mondo della moda: un webinar Audaces

Processi produttivi più sostenibili

La produzione di tessuti tecnologici può essere ottimizzata con l’evoluzione della scienza. La conseguenza è l’emergere di materiali, attrezzature e processi che hanno un impatto minore sul pianeta.

È possibile raggiungere capi sempre più sostenibili, senza abbandonare il buon gusto e sperimentando nuove possibilità.

Se desideri utilizzare il tuo lavoro per contribuire a un mondo più sostenibile, abbiamo un suggerimento. Anzi, ne abbiamo tre. Dai un’occhiata al nostro articolo che insegna 3 buone pratiche per ridurre al minimo l’impatto del consumismo nella moda. Lottiamo per un mondo migliore senza tralasciare lo stile!

Crea la tua prossima collezione con tessuti tecnologici utilizzando Audaces Idea

I tessuti tecnologici non sono materie prime che si possono semplicemente ricavare dal terreno. Sono industriali o artificiali, prodotti attraverso varie procedure prima di arrivare alla confezione.

Ecco perché spesso sono molto costosi e non è consigliabile sprecare denaro e materie prime per errori e innumerevoli prototipi.

Se si desidera avere un marchio sostenibile, sia dal punto di vista economico che ecologico, è importante utilizzare soluzioni digitali in grado di offrire maggiore incisività alla produzione. Tra quelle disponibili sul mercato, ti consigliamo Audaces Idea, parte della suite Audaces360.

Ecco alcuni dei vantaggi e delle possibilità che potrebbe apportare alla tua confezione:

  • Automatizzare la creazione di schede tecniche e il calcolo dei precosti dei modelli;
  • Creare disegni tecnici con strumenti specifici per la moda;
  • Ingrandire e modificare stampe localizzate;
  • Integrare scheda tecnica e disegno tecnico in un unico modulo;
  • Importare i modelli da utilizzare nella scheda tecnica;
  • Eliminare gli errori e dare chiarezza alla comunicazione tra le operazioni di Stile e Modellazione della vostra azienda, evitando rilavorazioni;
  • Scheda tecnica automatizzata che si integra con i sistemi di gestione;
  • Strumenti facili e intuitivi da imparare e da usare.

Circa l’autore

Audaces

Audaces è punto di riferimento mondiale nello sviluppo di soluzioni innovative per il settore moda, integrando processi, persone e tecnologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi cercare qualcosa?
Cerca

Piu recente

Articoli Correlati