Scopri cos’è e come calcolare il markup della tua collezione9 min read

Sintesi:

  • Ogni azienda deve stabilire un prezzo corretto per la propria collezione al fine di ottenere un profitto;
  • Per questo è essenziale disporre di strumenti di supporto, come il calcolo del markup;
  • Audaces aiuta la tua azienda a dare un prezzo alle tue collezioni. Provalo gratuitamente e scopri come! 
Prova Gratuita 15 Giorni

Definire un prezzo di vendita corretto è fondamentale per la tua attività nel campo della moda. Per questo è necessario considerare le spese per le materie prime e la manodopera, fino agli investimenti in logistica e marketing.

Il calcolo del markup è uno strumento utile per calcolare il prezzo di vendita corretto per i tuoi capi. Con esso è possibile visualizzare tutti i costi coinvolti nella determinazione dei prezzi, definendo la percentuale più appropriata.

Con il markup puoi ottenere precisione e rimanere competitivo sul mercato, ma senza ridurre il margine di profitto.

Scopri come calcolare il markup e come può aiutare la tua produzione di moda.

Buona lettura!

Cos’è il markup?

Il markup è il “numero” che dovrebbe definire un prezzo di vendita finale abbastanza alto da pagare tutte le spese dell’azienda – per ottenere ancora profitti – e abbastanza basso da essere competitivo e interessante per il consumatore.

Per raggiungere il markup ideale, è necessario conoscere tutti i costi necessari per il funzionamento della confezione, nonché il profitto previsto.

Il markup, di norma, è composto da tre elementi: costi variabili, costi fissi e profitto.

Scopri di più: Scopri 8 consigli per avviare una confezione di successo

A cosa serve il markup?

Il markup garantisce una maggiore precisione nella determinazione del prezzo dei capi. Ecco perché questo strumento è così necessario per chi ha una produzione di moda.

Si può ottenere da un’equazione che permette di considerare tutti i costi implicati nella produzione di un capo.

Sebbene possa sembrare facile, certamente riuscire a stabilire tutti i costi e stabilire un prezzo in grado di portare un ritorno economico all’azienda non è scontato. Ed è per questo che il markup è un aiuto indispensabile.

Quali sono i componenti del markup dei prodotti della tua confezione?

Quali sono i componenti del markup dei prodotti della tua confezione?

Ma nel concreto, quali spese fanno parte del calcolo del markup dei prodotti della tua confezione?

Costi fissi

I costi fissi sono costi che, in teoria, non dipendono dal volume delle vendite. In altre parole, se si vende di più o di meno, questi valori non cambiano – o cambiano molto poco.

Si tratta di stipendi, lavoro dipendente, oneri, acqua, elettricità, affitto, telefono, internet, assicurazione e servizi esternalizzati come pulizie e contabilità.

Scopri di più: Qual è l’impatto della tecnologia nella moda e nell’industria tessile?

Costi variabili

I costi variabili sono i costi che incidono direttamente sul prezzo di vendita del prodotto.

Si tratta, ad esempio, delle imposte sulle vendite, delle commissioni dei rappresentanti, del trasporto e delle risorse per il marketing. Possono includere anche commissioni come royalty o variazioni di tassazione, a seconda del regime fiscale adottato.

Margine di profitto

Il profitto è ciò che rimane dalle vendite meno il costo delle merci, i costi variabili e fissi – compreso lo stipendio dei soci.

L’utile è destinato a remunerare il capitale investito nell’azienda. È auspicabile che questo capitale sia remunerato almeno intorno al 2%-4% al mese per la vendita al dettaglio di moda e che venga reinvestito, nei primi due anni, nell’azienda stessa.

Tasse

Le tasse sono sempre presenti in un’azienda. Esistono diversi tipi di tasse e possono variare a seconda del regime fiscale.

Per questo motivo, potrebbe essere necessario ricalcolare periodicamente il markup in modo che i suoi valori siano compatibili con le spese.

Commissioni

Le commissioni sono compensi che variano in base alle vendite di ciascun dipendente. In altre parole, più il dipendente vende, più i suoi guadagni saranno elevati.

È importante che le commissioni siano inserite nel calcolo del markup se la tua azienda le prevede, perché questo elemento influenza direttamente il risultato.

In questo caso, il calcolo dovrebbe essere rifatto periodicamente in modo che, se ci sono variazioni, queste rientrino nei limiti previsti.

Qual è l’importanza di calcolare il markup corretto per l’abbigliamento?

Il consumatore non vuole solo prezzi bassi. Capi di buona qualità, alla moda e a prezzi interessanti sono la combinazione perfetta.

Ecco perché l’imprenditore deve essere sempre consapevole delle entrate e delle uscite, per avere sempre la certezza che il prezzo di vendita copra i costi e generi comunque un profitto per la confezione.

Senza una corretta definizione del prezzo di un pezzo, l’azienda può danneggiare la propria salute finanziaria, rischiando di attribuire un prezzo non sufficiente a mantenere l’attività.

Scopri di più: Tutto quello che devi sapere per iniziare la tua collezione con successo

Come calcolare il markup di prodotti di moda?

Come calcolare il markup di prodotti di moda?

Il calcolo del markup fornisce un numero in percentuale del fatturato della tua confezione di abbigliamento.

Questo numero costituirà il margine finanziario disponibile, dopo aver coperto il costo del prodotto, da cui dovrebbero provenire gli importi per pagare le spese fisse e variabili, oltre al profitto, come mostrato nella tabella seguente.

Esistono due tipi di markup:

  • Margine lordo o Margine di contribuzione, che è riferito al prezzo di vendita, cioè una percentuale del prezzo finale.  
  • Margine di markup o markup che è riferito al costo del prodotto, cioè una percentuale sul costo delle merci.  

Le due forme sono utilizzate dal mercato e, pertanto, è importante evidenziare quale metodo viene utilizzato, poiché entrambi riflettono valori percentuali diversi.

Esempio di calcolo del markup

In una situazione ipotetica in cui i costi variabili ammontano al 27,75%, i costi fissi al 17% e l’utile operativo all’8%, il markup è del 52,75%.  

Per calcolare il markup, utilizziamo la seguente formula:

100/100-[Costi fissi (%) + Costi variabili (%)+ Profitto (%)] = Markup

100/100-(52,75) = Markup

100/47,25 = Markup

2.1164 = Markup

Il numero restituito (2,1164) deve essere moltiplicato per il prezzo di costo di ciascun prodotto per ottenere il prezzo di vendita, da trasferire al consumatore.

Il margine lordo, invece, viene calcolato con la seguente formula:

Margine lordo x Prezzo di vendita = Markup

0,5275 x €52,91 = Markup

27,91 = Markup

Si noti che il 52,75% è utilizzato in forma decimale e il prezzo di vendita è già noto. È sufficiente moltiplicare 2,1164 per il costo del prodotto, che in questo esempio è 25.

Il margine lordo indica quindi il valore da aggiungere al costo del prodotto per pagare tutte le operazioni dell’azienda.

In breve, per questa azienda, con un margine lordo del 52,75% (somma di costi fissi e variabili e profitto in percentuale), un prodotto del costo di 25€ deve essere venduto a 52,91€.

In altre parole, il margine di ricarico è di 27,91€, che saranno utilizzati per contribuire al mantenimento dell’attività.

Come calcolare il prezzo di vendita della tua collezione?

Per determinare il prezzo di vendita, si dovrebbe pensare al seguente processo:

  • Ottieni il costo totale di ciascun modello: questa informazione dovrebbe essere contenuta nella scheda dei costi;
  • Calcola il markup sul costo del prodotto e poi stabilisci il prezzo di vendita;
  • Confronta il prezzo finale del tuo prodotto con quello della concorrenza e apporta le modifiche necessarie.

Qual è la differenza tra markup e margine? 

Il margine di profitto deve essere incluso nel calcolo del markup. Perché, oltre ad esso, ci sono altre componenti che formano il prezzo di vendita di un articolo.

Con il markup e il margine di profitto in mano, la tua azienda avrà molta più precisione nel prezzare la collezione, senza lasciare fuori dal calcolo i valori operativi e di acquisizione.

Qual è il markup ideale? 

Qual è il markup ideale? 

Il markup ideale è quello che permette di ottenere un prezzo di vendita sufficiente, non solo considerando i costi, ma anche capendo se è compatibile con il mercato e se è competitivo con i prezzi praticati da altri marchi.

Utilizza il calcolo del markup per arrivare a un valore con cui potete coprire le spese della collezione, essere in vantaggio rispetto ai concorrenti e ottenere comunque un profitto.

Come può aiutarti Audaces ad avere un markup sostenibile?

Il produttore di moda che vuole avere sotto controllo i propri costi e ottenere un miglior profitto deve investire in strumenti come il calcolo del markup. Ma non è tutto!

Anche la tecnologia può essere una grande alleata per voi per pianificare e curare le finanze della tua azienda fin dall’inizio.

Audaces offre le migliori soluzioni per la tua azienda in termini di prezzi. Per saperne di più:

Audaces360

Audaces360 è una multi-soluzione completa in cui è possibile integrare tutte le fasi, dalla progettazione alla produzione, garantendo il successo della tua collezione.   

Audaces Idea

Audaces Idea è il software ideale per chi vuole ottimizzare e migliorare la comunicazione nella produzione di abbigliamento.  

Con esso è possibile stimare i costi e integrare lo sviluppo del disegno tecnico con la scheda tecnica, per testare rapidamente un nuovo modello.

Audaces Idea è stato progettato per ottimizzare i tempi e le materie prime. Scoprite i vantaggi che può apportare alla routine quotidiana della produzione di moda:

  • Creazione di schede tecniche e pre-costruzione dei modelli;
  • Disegni tecnici con strumenti specifici per la moda;
  • Zoom ed edizione di stampe a rotazione e localizzate;
  • Integrazione di scheda tecnica e disegno tecnico in un unico modulo;
  • Importazione di modelli da utilizzare nella scheda tecnica;
  • Comunicazione chiara tra le operazioni di stile e di modellazione.

Conclusione 

Affinché la tua azienda di abbigliamento abbia un successo finanziario ancora maggiore, la determinazione dei prezzi è un’attività più che necessaria. E la tecnologia ti aiuta a migliorare questo processo!

Scarica subito il nostro e-book gratuito per sapere di più sull’argomento:

FAQ

Cos’è il markup?

Il markup è il “numero” che dovrebbe definire un prezzo di vendita finale abbastanza alto da pagare tutte le spese dell’azienda.

A cosa serve il markup?

Il markup garantisce una maggiore precisione nella determinazione del prezzo dei capi.

Quali sono i componenti del markup dei prodotti della tua confezione?

Costi fissi, costi variabili, margine di profitto, tasse e commissioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi cercare qualcosa?
Cerca

Piu recente

Circa l’autore
Audaces
A Audaces é uma multinacional brasileira especializada em soluções para negócios de moda.
Circa l’autore
Audaces
A Audaces é uma multinacional brasileira especializada em soluções para negócios de moda.

Articoli Correlati