7 consigli per fare l’inventario in un negozio di abbigliamento10 min read

Sintesi:

  • Conoscere i prodotti disponibili in azienda, nonché ciò che entra e ciò che esce, è un compito importante che, se ben fatto, aiuta a prevedere la domanda e l’offerta;
  • La gestione del controllo delle scorte può essere complessa e, per questo motivo, abbiamo raccolto alcuni consigli che possono aiutare la tua confezione nel quotidiano;
  • Uno dei modi più rapidi e precisi per mantenere aggiornato l’inventario è utilizzare un apposito software, come quelli di Audaces. Provalo gratuitamente e scopri come può aiutarti
Prova Gratuita 15 Giorni

Il controllo dell’inventario di un negozio di abbigliamento può essere un processo complicato e richiede che i responsabili siano dedicati, competenti e abbiano un buon controllo su tutti i processi dell’azienda (come taglio, cucito, stampa e ricamo).

Uno stock in ordine può aiutare la tua azienda in diversi modi, ad esempio mostrando la quantità disponibile di ogni articolo in modo che i pezzi possano essere prodotti e venduti con una maggiore conoscenza del mercato.

Quando la gestione viene effettuata correttamente, aiuta la produzione a ridurre le perdite e ad aumentare il controllo finanziario.

Continua a leggere e scopri come Audaces può aiutare la tua azienda di produzione di abbigliamento!

Cos’è l’inventario del negozio di abbigliamento? 

L’inventario del negozio di abbigliamento, o controllo delle scorte, è la gestione dei prodotti. È attraverso questa procedura che è possibile conoscere il flusso delle merci in entrata e in uscita.  

L’ispezione deve essere fatta con grande responsabilità. A tal fine, è importante eseguire procedure quali:

  • Registrazione di tutte le informazioni;
  • Supervisione di ciascuno dei processi;
  • Monitoraggio dell’entrata e dell’uscita dei prodotti;

Questo lavoro deve essere effettuato dall’arrivo delle merci fino alla vendita dei prodotti finiti, così come gli strumenti, le attrezzature e le altre risorse utilizzate dall’azienda.

Perché è importante fare l’inventario? 

Il controllo dell’inventario in una confezione di abbigliamento informa sulla quantità disponibile di ogni articolo.

In questo modo, l’azienda sa quando ha bisogno di acquistare qualche materiale specifico per la produzione, o anche cosa è fermo e in eccesso rispetto ai prodotti in magazzino.

Ecco perché si tratta di un’attività che richiede pianificazione e organizzazione. Una gestione delle scorte effettuata in modo corretto riduce al minimo le perdite di una confezione, oltre ad aumentarne il controllo finanziario.

Quali sono i principali metodi per fare l’inventario del negozio di abbigliamento?

Quali sono i principali metodi per fare l’inventario del negozio di abbigliamento?

Esistono alcuni metodi utilizzati per il controllo delle scorte dei negozi di abbigliamento, ma solo 3 sono accettati per il calcolo delle imposte. Si tratta di PEPS, UEPS e costo medio.

Gli altri metodi possono essere utilizzati per migliorare la gestione della produzione interna. Eccoli elencati di seguito:

  • PEPS: questo metodo si riferisce all’ordine dei prodotti in entrata e in uscita. Contribuisce a ridurre gli sprechi e sta per “First In, First Out”;
  • UEPS: questo acronimo significa “Last In, First Out”. Questo metodo è l’opposto del PEPS, perché dà priorità alla produzione dei prodotti arrivati per ultimi;
  • Costo medio: in questa tecnica si somma il valore dei prodotti in magazzino e dei nuovi prodotti, dividendo il risultato per il totale dei beni presenti;
  • Just in time: indicato per le aziende che desiderano ridurre i costi di magazzino;
  • Curva ABC: in questo metodo vengono considerati alcuni fattori come la fatturazione e la redditività. La curva ABC aiuta a gestire la rotazione delle scorte e la rilevanza dei prodotti.

Come effettuare il controllo delle scorte in un negozio? 

Conosci già l’importanza del controllo delle scorte per l’abbigliamento, ma potrebbero sorgere dubbi su come metterlo in pratica.

Abbiamo raccolto 7 consigli sui principali metodi di controllo dell’inventario da condividere con te. Eccoli elencati di seguito:

1) Fai l’inventario

L’inventario è il primo passo per chi vuole avere un buon controllo delle scorte. Si tratta di una procedura obbligatoria che deve essere eseguita costantemente, quotidianamente, settimanalmente o addirittura mensilmente.

La periodicità ideale deve essere scelta dalla tua azienda. Tuttavia, maggiore è la frequenza, più aggiornato e affidabile sarà.

Nell’inventario, i responsabili devono stilare un elenco con tutti i prodotti che fanno parte del magazzino, riportando i dati e le quantità esatte di ciascuno.

Questo documento può essere utilizzato per rivedere i dati relativi agli ingressi e alle uscite dei prodotti, come un vero e proprio controllo, e prevenire errori nelle operazioni dovuti alla mancanza di scorte.

2) Dividi in categorie

La suddivisione in categorie dei prodotti in base alle loro caratteristiche può essere di grande aiuto nella gestione di un buon controllo delle scorte. È importante che ogni professionista che ha accesso al file possa trovare facilmente ciò che cerca nel tuo archivio.

Puoi classificare i tuoi prodotti come segue:

  • Genere;
  • Dimensione
  • Colore
  • Tessuto;
  • Tipo di prodotto;
  • Dettagli;
  • SKU.

3) Ottimizzare le scorte

Il tuo magazzino deve avere la giusta quantità di prodotti: non troppi per non eccedere, e non troppo per non rimanere senza. Cerca sempre l’equilibrio!

4) Stabilisci i processi

È importante che il team responsabile dello stock abbia delle procedure da seguire, soprattutto per quanto riguarda l’ingresso e l’uscita dei prodotti. In questo modo, si può garantire che tutti i membri del team eseguano le stesse azioni secondo l’ordine definito.

Se il tuo team esegue processi diversi, ci sono anche maggiori possibilità di rilavorazioni, che compromettono la produttività.

Scopri di più: Scopri cos’è GTIN e qual è la sua importanza per le confezioni

5) Definisci un margine di perdita e di danno

Ogni azienda è responsabile delle perdite in borsa. Tuttavia, con la dovuta attenzione, diventano minimi e non generano un impatto così grande sui conti.

Per questo motivo la vostra azienda deve essere preparata a ciò che la aspetta. Stabisci un limite di danni e perdite tollerabili e mantentieniti sempre all’interno di quanto definito.

6) Conta su un sistema di codici a barre 

Conta su un sistema di codici a barre 

I codici a barre possono essere di grande aiuto per chi vuole avere un buon controllo delle scorte di abbigliamento e rendono il processo più organizzato, efficiente e agile.

Il sistema di codici a barre controlla gli ingressi e le uscite dei prodotti, oltre a offrire tutte le informazioni necessarie sugli articoli in magazzino.

Scopri di più: Come si implementa nella pratica l’automazione tessile?

7) Investi in un software per il controllo delle scorte

La tecnologia è una grande alleata delle aziende in generale. Ma per chi lavora con la moda, alcune risorse sono indispensabili e il controllo dell’inventario è una di queste.

Un software è necessario per chi vuole organizzare il proprio stock di vestiti, scarpe e/o accessori. Grazie ad esso, le attività vengono ottimizzate e possono essere svolte in modo più preciso, pratico e semplice.

Con tutti i settori della confezione connessi attraverso la tecnologia, il tuo stock acquista maggiore dinamismo e i tuoi inventari sono ancora più precisi e sicuri.

Come costruire un foglio di calcolo per controllare l’inventario? 

Affinché il foglio di calcolo dell’inventario possa aiutare la produzione a gestire al meglio le risorse, ha bisogno di alcuni elementi di base.

Alcune colonne e categorie sono essenziali in un buon foglio di calcolo per il controllo dell’inventario, ma è possibile personalizzarle nel modo migliore per la propria azienda.

Alcuni elementi che non possono mancare:

  • Data di ingresso e di uscita del prodotto;
  • Descrizione e codice di ciascun articolo;
  • Prezzo (prezzo di fabbrica, costi scontati e profitto);
  • Informazioni su quantità, grado e variazione del modello;
  • Dati del fornitore.

Scopri di più: Scopri come smaltire correttamente i rifiuti tessili dai tuoi vestiti

Principali errori nell’inventario del negozio di abbigliamento  

Una corretta gestione dell’inventario evita perdite, rilavorazioni in produzione, perdita di produttività e bassa qualità del prodotto finale.

Di seguito sono riportati gli errori più comuni commessi dai produttori di abbigliamento nella gestione delle scorte:

1) Non utilizzare la curva ABC

La curva ABC è un modo per capire quali sono i prodotti più rilevanti sul mercato. Porta dati che hanno un impatto sulla tua confezione e sui vostri prodotti:

  • A: prodotti più rilevanti o usati, considerati il 20% degli articoli con il valore più alto dell’80% del valore di tutto lo stock;
  • B: ha un valore medio;
  • C: articoli che hanno una rilevanza minore, rappresentano il 30% degli articoli e in media il 10% del valore totale dello stock.

Con questa metodologia, la tua confezione potrà avere una migliore organizzazione delle scorte, con uno standard e una routine definiti.

2) Non organizzare un inventario

L’inventario è un documento che riporta tutti i prodotti, gli input e i materiali utilizzati. Se aggiornato, è in grado di indicare con precisione ciò che è o non è disponibile nel tuo magazzino.

Si tratta di un’attività importante ma ignorata da molte aziende di abbigliamento, il che è un grave errore. Un’azienda con un inventario periodico ha scorte più affidabili.

3) Non prevedere la domanda

Anche non fare previsioni sui prodotti più richiesti è un errore comune.

Questa anticipazione è un’ipotesi basata sui dati e sullo storico della domanda. Senza di essa, potresti avere un inventario con prodotti molto più alti o più bassi del necessario.

Affinché la tua confezione sia sempre un passo avanti, è necessario fare ricerche di mercato, oltre a raccogliere dati rilevanti nel sistema di gestione del magazzino stesso.

4) Non conoscere il movimento delle forniture

Conoscere la velocità con cui i tuoi prodotti entrano ed escono dalle scorte, nonché quando hanno bisogno di maggiori quantità disponibili, è un calcolo necessario da fare.

Grazie a questi numeri, potrai guidare il tuo team su quando è necessario fare nuovi acquisti o sostituire le materie prime, ad esempio.

Per effettuare questo calcolo, si deve utilizzare la seguente formula:

Numero totale di vendite / Volume medio delle scorte nel periodo analizzato = Movimento delle scorte

5) Non allearsi con la tecnologia

La tecnologia può rendere il lavoro della produzione di abbigliamento molto più veloce e sicuro. Il controllo delle scorte diventa più preciso ed efficiente solo grazie all’automazione e alle funzioni intelligenti, che facilitano il processo decisionale del manager quando necessario.

Effettuare questo controllo manualmente richiede molto impegno e tempo, oltre a comportare possibili perdite finanziarie e produttive per la tua confezione.

Come può aiutarti Audaces a migliorare l’inventario del tuo negozio di abbigliamento?

Dashboard Audaces Isa

Audaces360

Audaces360 è una multisoluzione completa che aiuta la tua confezione di abbigliamento a superare le sfide dell’industria della moda, supportandoti dalla creazione alla produzione e garantendo il successo della tua collezione fin dall’inizio.   

Audaces Isa

Audaces Isa è un software completo e tecnologico creato per chi ha bisogno di aiuto nel processo di gestione del ciclo di vita del prodotto, essenziale per chi sta lanciando una collezione.

Con questo sistema, potrai controllare e organizzare l’intera parte tecnica della tua collezione in pochi clic.

Conclusione  

Se il tuo marchio di moda vuole essere all’avanguardia rispetto alla concorrenza, un controllo accurato delle scorte è essenziale. Il modo migliore per raggiungere questo obiettivo è avere la tecnologia come alleata.

Vuoi sapere come pianificare al meglio la tua collezione scaricando un modello Canvas gratuito? Compila il form qui sotto:

FAQ

Cos’è l’inventario del negozio di abbigliamento?

L’inventario del negozio di abbigliamento, o controllo delle scorte, è la gestione dei prodotti. È attraverso questa procedura che è possibile conoscere il flusso delle merci in entrata e in uscita.

Perché è importante fare l’inventario?

Il controllo dell’inventario in una confezione di abbigliamento informa sulla quantità disponibile di ogni articolo. In questo modo, l’azienda sa quando ha bisogno di acquistare qualche materiale specifico per la produzione, o prodotti in magazzino.

Quali sono i principali metodi per fare l’inventario del negozio di abbigliamento?

PEPS, UEPS, costo medio, just in time e curva ABC.

Circa l’autore

Audaces

Audaces è punto di riferimento mondiale nello sviluppo di soluzioni innovative per il settore moda, integrando processi, persone e tecnologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi cercare qualcosa?
Cerca

Piu recente

Articoli Correlati