Audaces - Improve your design

Design de moda com foco em resultados para seu negócio

Ícone de Pesquisa
designer de de moda criando coleção de roupa

20/08/2021

4 Consigli utili per ottimizzare i processi di creazione di una collezione moda

4 min

Perché ottimizzare i processi di creazione?

Stilisti, modellisti e tutta la squadra responsabile di una collezione moda sanno che tutti i processi coinvolti, dalla creazione fino all’approvazione e alla distribuzione dei capi, richiedono un rigoroso controllo di qualità. Tutto ciò, ovviamente, deve tener conto del tempo di ottimizzazione del processo , in modo tale da renderlo più efficace e redditizio.

Così facendo, il lavoro creativo è ciò che tende ad essere influenzato di più. Dopo tutto, limitando la creatività a scadenze prestabilite, può venire a crearsi stress all’interno dell’ufficio stile, il che può portare ad un risultato che non raggiunge le aspettative del direttore creativo e del consumatore finale.

Per aiutarti a gestire e ottimizzare il tempo in modo consapevole, il blog di Audaces ha preparato alcuni consigli per designer e professionisti dell’ufficio stile, in modo tale da poter rispettare le scadenze e le richieste senza compromettere l’aspetto creativo delle collezioni.

Continua a leggere per saperne di più!

Gestione dei processi e delle prestazioni nel settore moda

La confezione di abbigliamento si contraddistingue per via di alcune caratteristiche che richiedono al settore un’alta capacità di gestione e controllo qualità. Questo perché i passaggi che coinvolgono lo sviluppo di una collezione di moda si susseguono – ogni step, infatti, dipende dallo sviluppo del passaggio precedente in modo tale che il risultato finale (i capi della collezione) sia in linea con quanto è stato pensato nella fase iniziale.

È quindi necessario che ogni team lavori in maniera corretta all’interno del proprio ufficio, evitando così ritardi ( a volte inevitabili) e rispettando, per quanto possibile, i tempi di consegna.

L’intero processo produttivo inizia con i responsabili dell’ufficio stile e dell’ufficio modelli, in particolare stilisti e responsabili del disegno tecnico, ovvero i modellisti.

Quindi, in termini di gestione delle prestazioni, sebbene tutti i settori abbiano bisogno di tale gerenza per mantenere il corretto funzionamento aziendale, è importante che il team di stile e creazione sia ben sviluppato sotto questo punto di vista, soprattutto coinvolgendo aspetti soggettivi, come la creatività e l’esercizio stilistico.

Se fai parte di questo insieme di professionisti, è essenziale tener presente le seguenti azioni per ottimizzare i processi di creazione.
Vuoi sapere quali? Di seguito il Blog di Audaces ha preparato un elenco esclusivo.

4 Suggerimenti per ottimizzare i processi di creazione

Concetti, colori, tessuti, bozzetti, modelli: la fase creativa è senza dubbio una delle più laboriose nel trattare lo sviluppo delle collezioni di abbigliamento. Pertanto, per ottimizzare il tempo dei processi di questa fase, è essenziale:

 1. Raccogliere riferimenti visivi

Un’altra caratteristica del settore moda è la forte influenza delle tendenze; ovvero una serie di riferimenti tecnici ed estetici di cui uno stilista deve tenere conto. Essi sono costantemente condizionati dai trend stagionali che possono o non possono durare e, quindi, essere o non essere “ripresi e riutilizzati”.

Ciò significa che, al fine di ottimizzare i processi durante la fase di concezione stilistica, è necessario tenere a mente i riferimenti visivi che comporranno la collezione, il che non solo ottimizza le tempistiche, bensì rende chiari i passaggi che il designer deve affrontare durante la creazione (che non sempre è un compito facile).

Per questo motivo, il nostro primo consiglio è focalizzato sulla raccolta di possibili riferimenti, tendenze e altri elementi che possano far parte della collezione. Con un numero di riferimenti specifici e la collaborazione tra i membri del team di creazione, è molto più facile per lo stilista mettere in atto la propria creatività per comporre i primi schizzi della collezione.

Abbiamo un post completo riguardo i bozzetti di moda – non perdertelo!

2. Investire in capsule-collection

Creata negli anni ’80, l’idea di una capsule-collection è una delle tendenze che si è fatta strada tra marchi e industrie manifatturiere, proprio grazie al suo essere “snello”, quindi con l’obiettivo di produrre una piccola quantità di capi dislocati tra le collezioni stagionali (autunno/inverno e primavera/estate).

Inoltre, economicamente parlando, è un’opzione attuabile i cui benefici vanno oltre l’ottimizzazione del tempo di produzione, in quanto accresce la libertà creativa, il rafforzamento del marchio e anche la vendita tra le collezioni stagionali.

Vuoi saperne di più su come funziona una capsule-collection? Parliamo già di questo argomento nel Blog Audaces!

  3. Tenere d’occhio le tempistiche della collezione

Tra tutti i fattori responsabili della gestione delle prestazioni nella fase creativa, la timeline della collezione (calendario delle scadenze) è il più tradizionale e ciò che è stato utilizzato per più tempo nell’ambiente della confezione. Questo perché è uno strumento relativamente semplice e facile da integrare tra tutti i settori della produzione, oltre ad avere un elevato potenziale di efficacia.

Anche se è uno strumento “ampio”, il calendario può essere strutturato in base alle esigenze dell’ufficio stile, che può avere tempi di consegna più specifici e dettagliati in base a ogni singolo membro dell’ufficio. Il risultato è un aumento del livello di coscienza sul tempo di produzione e, di conseguenza, adattamento alla routine stabilita dalla pianificazione della collezione, senza riportare danni artistici o creativi.

4. Investire in software di gestione specializzati

Infine, secondo il settore moda, il quale sta affrontando la Transizione 4.0, la necessità di integrare le persone e le informazioni diventa sempre più impellente. Strategie come PLM e Fashion PLM cercano di affrontare queste esigenze offrendo soluzioni e strumenti integrati e legati all’IoT (Internet of Things), agendo non solo nei singoli reparti, ma fornendo le condizioni essenziali per la creazione di una rete di condivisione e una banca dati collettiva.

Con il processo creativo non potrebbe essere diverso. Esistono già oggi software cosiddetti “generatori di idee”, che facilitano il processo tecnico della creazione, risparmiando tempo prezioso per la produzione di collezioni e ottimizzando il lavoro dei professionisti. Tuttavia, i moderni gestionali condividono e forniscono informazioni in tempo reale sulla collezione nella loro attuale fase di sviluppo.

Questi strumenti, oltre a rivoluzionare lo sviluppo delle collezioni d’abbigliamento, sono anche molto importanti nella gestione delle prestazioni, incluso le tempistiche di creazione. Non cercare il software ideale per le tue esigenze.

Audaces è specialista del settore moda e sul nostro Blog troverai diversi contenuti riguardanti questo mondo. Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per rimanere sempre informato/a!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Você também pode gostar de ler:

22/10/2021

Una crescita del 13% grazie all’automazione con Audaces: la storia di Degrade

Escrito por Audaces

20/10/2021

Il significato del colore verde nell’arredamento e nella moda

Escrito por Audaces

15/10/2021

Come aumentare la produzione di quattro volte grazie alla tecnologia: la storia della 2RIOS

Escrito por Audaces